A Zanna Blu

Prefazione per Francesca

Io non ho mai scritto una prefazione a nessuno.
E sinceramente pensavo che non ne avrei mai scritta una a nessuno.
D’altronde chi sarebbe così pazzo da chiedere ad un uomo ombra, cattivo e colpevole per sempre, e maledetto dall’umanità, di scrivere qualcosa per il proprio libro?
Eppure una “pazza” l’ho trovata.
Francesca mi ha chiesto di scrivere una prefazione per il suo libro di poesie.
Lei è fatta così! Come il grande poeta e cantante Fabrizio De André è convinta che “Dai diamanti non nasce niente, dal letame nascono i fiori”.
Lei è convinta che anche dal male può nascere il bene.
E lo fa capire soprattutto ai noi uomini ombra con i suoi bellissimi versi.
Quando ricevo le sue poesie che dedica ai dannati della Terra, le faccio girare cella per cella.
E poi le spedisco negli altri carceri.
Molti uomini ombra mi chiedono: ma chi è Francesca?
E io rispondo loro che è una Dea che sa cosa pensano e cosa provano gli uomini ombra e traduce in versi, dandoci voce e luce.
Non so che effetto fanno le poesie di Francesca al di là dal muro di cinta alle persone perbene, ma vi assicuro che al di qua di queste mura i versi di questa ragazza ci hanno cambiato e migliorato di più di tanti anni di carcere.
Francesca con i suoi versi ci ha insegnato che solo l’amore è certo negli uomini ombra.
E che quando si ama è più facile conoscere se stessi, perché l’amore vince sempre, anche a costo della vita.
Una volta Francesca mi è venuta a trovare in carcere.
Mi è sembrato di abbracciare un pettirosso ma nello stesso tempo mi è sembrato di toccare l’universo.
E per la prima volta mi sono sentito colpevole del male che ho fatto nella mia vita, perché l’amore sociale di Francesca fa anche questo effetto.
Le poesie di Francesca sono bellissime. E ci potete trovare tutto quello che avete nel vostro cuore. E grazie a lei che oggi io mi sento un uomo migliore.

Carmelo Musumeci
Carcere Padova ottobre 2013
www.carmelomusumeci.com