Poesie

Cara Sera

Cara Sera,

Tu,

che  doni pace

e ristoro ai giorni.

Tu,

che generosa addormenti il sole.

Tu,

che arresti le fatiche e il lavoro.

Tu,

che con la tua ombra

chiudi gli specchi incisi

sugli umani volti,

accendi nel tuo grembo i sogni.

C’è Giustizia nella tua oscurità.

Uguaglianza dell’Umanità.

Silenzio che accogli i muti pensieri

che parlano taciti:

Turisti girovaghi

nel luogo della Mente.

Ascolti i sibili degli umani.

Celi il pianto, il sorriso, l’amarezza,

Sei la mano che accarezza.

Tu,

che accogli nell’infinito cielo

le luminose stelle, e come un Carnevale,

ci vestirai un giorno

in Angeli, in Nulla.

Ci donerai nella tua immensità,

una Culla.